Una giornata dedicata alla scrittura

Dal 400 ai giorni nostri, un arte senza fine

Se uniamo professionisti di calligrafia, la passione per la scrittura e infine un luogo incantato il risultato è una splendida domenica di fine Settembre al Castello della Manta.
L’evento “a Mano libera” svoltosi il 29 settembre 2019, organizzato dal Fai in collaborazione con l’associazione calligrafica Dal segno alla scrittura, nasce per far riscoprire la bellezza e il valore della calligrafia.

La mattina è iniziata tra conferenze ed incontri dedicati alla scrittura uno tra questi tenutosi dall’archivista Guido Mones dedicato alla scrittura del 400 e 500 con esempi, foto e manoscritti del tempo in cui erano ritratti anche i costumi; abiti che abbiamo ritrovato poi tra gli affreschi delle sale del castello.

20190929_174839

IL CASTELLO

Ma cosa sappiamo del Castello e della sua storia? Il Castello cuneese donato al Fondo Ambiente Italiano nel 1985 è sorto nel XIII secolo inizialmente come avamposto militare. Trasformato il suo uso, nel Quattrocento, grazie al colto marchese di Saluzzo Valerano, che ne fece una dimora di famiglia arricchendola con affreschi specifico dentro la Sala Baronale, una testimonianza unica della cultura cavalleresca del tempo.
Ritrovarsi dentro la sala è stato affascinante, ad occhi aperti si riusciva ad immaginare le feste che si svolgevano al tempo tra vino e balli.
Sulla parete sud, è ripreso il mito dell’eterna giovinezza, ispirato a un romanzo cavalleresco, il “Roman de Fauvel“, raffigurato dalla fontana della giovinezza. Sul lato opposto della sala, vegliano nove prodi eroi e nove eroine dell’antichità classica che, in abiti quattrocenteschi, raffigurano gli ideali cavallereschi delle virtù militari e morali; affreschi seguiti da didascalie scritte in gotico.

Nel pomeriggio l’artista e calligrafo Massimo Polello insieme all’associazione calligrafica di Torino “Dal segno alla scrittura” hanno tenuto dei laboratori di calligrafia a meno esperti incuriositi da questa disciplina meravigliosa.
Quindi tra pennini, inchiostri e scritture storiche del 500 abbiamo terminato una domenica autunnale riscaldata dal tepore del tramonto, passione e cooperazione.

Se l’articolo ti è piaciuto seguimi sul canale Instagram!
Per richiedere informazioni contattami al 366 71 066 03 o scrivimi all’indirizzo email info@cristinapi.com

20190929_150239